Vienna in bici

Visitare Vienna in bicicletta

Una magnifica opportunità di raggiungere più siti d’interesse in meno tempo possibile.

Vienna è dotata di piste ciclabili estremamente affidabili e ben distribuite.

 

Consiglio questo tour soprattutto a famiglie con bambini perché i ragazzi si divertono un mondo, pedalando in totale sicurezza.

 

In bici potremo visitare insieme i monumenti più importanti della città e, a seconda della durata del tour, decideremo se fare anche un giro lungo il canale del Danubio.

Il Danubio (2858 km) è, dopo il Volga (3532 km) il fiume più lungo d’Europa. Per molti secoli ha svolto un ruolo determinante nella circolazione di merci all’interno del nostro continente fino al Mar Nero. Il Danubio è ancora oggi il fiume navigabile più importante d’Europa ed è stato riconosciuto patrimonio dell’UNESCO. Per ammirare il suo enorme letto bisognerà spingersi un po’ più lontano, a circa 3 km di distanza. Ne vale la pena! Il Danubio offre numerose possibilità di visita, come la gita in battello o l’escursione a Budapest con ritorno a Vienna in barca!

 

Le nostre proposte sono due:

  • Itinerario bici Vienna Centro Storico della durata di circa

  • Itinerario ciclabile del Danubio e Centro Storico Vienna - 6h con pausa pranzo

 

Itinerario bici Vienna Centro Storico

Il giro comincia dal famoso Ring di Vienna e si sviluppa nella seconda ora tra i vicoli della città vecchia e i suoi sontuosi Palazzi.

Il Ring (anello, cerchio urbano) è un enorme boulevard alberato in stile francese definito un capolavoro dell’urbanistica che nel 1865 prese il posto delle mura medievali.

 

Dal Ring è possibile ammirare quasi tutti i monumenti più importanti di Vienna: il Parlamento, il Municipio, il famoso Burgtheater, l’Opera, il Palazzo dell’Università e la sfilata di Palazzi monumentali costruiti di proposito in quest’area della città.

Nel 1865 il Ring divenne il simbolo dell’apertura dell’aristocrazia viennese (fino ad all’ora arroccata nell’incantevole centro storico, dentro le Mura, appunto) nei confronti della nuova borghesia nascente, impaziente di entrare a far parte, almeno logisticamente, del meraviglioso mondo della nobiltà al di la della cinta muraria.

Non si tratta, dunque soltanto, dell’evoluzione di una città medievale che abbatte le sue alte mura difensive perché non più necessarie, ma il simbolo di un cambiamento radicale del piano urbano voluto Francesco Giuseppe I, allora imperatore asburgico, che apriva le porte della città al nuovo mondo della borghesia imprenditoriale. Non tardarono gli investimenti, un esempio per tutti è l’Hotel Sacher, costruito appunto dalla Famiglia Sacher (da cui prende il nome la famosa torta) che mise immediatamente a frutto i successi ottenuti in pasticceria aprendo altre due riuscitissime attività commerciali: il ristorante e l’hotellerie.

 

La tappa successiva sarà Piazza Maria Teresa d’Austria, dove si trovano due tra i musei più importanti al mondo: il Kunsthistorisches Musem e il Naturhistorisches Museum.

Per gli appassionati di storia dell’arte e di storia naturale (i nostri bambini lo sono sempre o lo diventano davanti agli scheletri giganti dei dinosauri qui conservati) questi luoghi saranno imperdibili.

 

Terza tappa l’Hofburg, il Palazzo Imperiale, oggi sede del Presidente della Repubblica, in cui si conservano alcuni tra i segreti e i tesori di una dinastia che ha regnato in Europa per circa 680: quella degli Asburgo.

 

L’Hofburg è un enorme complesso architettonico, un Palazzo Imperiale che si divide in diverse zone visitabili: il Museo di Sissi, gli appartamenti imperiali, la Scuola d’inverno di equitazione, la Biblioteca Nazionale Austriaca (meravigliosa) una cappella e diversi altri musei.

L’Hofburg si trova in pieno centro storico (Innenstadt).

 

Sempre in bicicletta continueremo la visita della città vecchia e giungeremo alla famosa Colonna della Peste, esuberante esempio di scultura barocca austriaca.

 

Le strade e i vicoli di questa parte di Vienna sono davvero belle. Fiancheggiate da Palazzi antichi e boutique con capi firmati da capogiro, antiquari e rigattieri di altissimo livello, pasticcerie e manifatture di merci preziose che rimandano a costumi lontani nel tempo e nell’immaginazione (orologi, porcellane, lampadari e gioielli di secoli passati) conducono quasi tutte alla piazza principale della città: Stephansplatz ,dove si erge, mastodontico, il famoso Duomo di Santo Stefano, una gigantesca Cattedrale cattolica neogotica nel cuore di Vienna.

 

Il suo interno è visitabile, come pure le sue due Torri: la Torre sud, aperta tutti i giorni dalle 9:00 alle 17:30 con i suoi 343 gradini e la Torre nord, provvista di ascensore che vi porterà a 50 metri di altezza dalla quale godere la bellissima vista sulla città al costo di rispettivamente 6€ e 6,50€.

Qui terminerà il nostro itinerario Vienna: bici Centro Storico di circa 2h e mezzo.

 

L’itinerario ciclabile del Danubio e Centro Storico Vienna dura, invece, circa 6 ore con una pausa pranzo leggero.

 

Include la visita al Prater, il Luna Park più antico del mondo aperto fin dal 1766.

Visita alle case colorate di Vienna e cioè la famosa Hundertwasserhaus!